… e la Luna bussò!

Nel logotipo/marchio “AISOPOS”, perchè è giustificata la presenza della icona Lunare in sostituzione di una semplice lettera O? La Luna come metafora e archetipo, percorso iniziatico verso il mistero e l’arcano. La Donna è lunare e la Luna è Femmina, perché intimamente collegata alla Luna, un omaggio alla trasformazione, rappresentazione di un potere sottile, cosmico, universale, misterioso e mutevole, dalla grande forza creativa, espressione di emotività ricca e mutevole, continuamente in cambiamento. Luna e Donna non sono mai emotivamente “statiche”. Incantevole musa ispiratrice per tutti i poeti, opima fonte di ispirazione poetica e filosofica. Non dimenticando scritti mirabili e ispirate allegorie per opera di Francesco Petrarca, Giacomo Leopardi e Giovanni di Pietro Bernardone (San Francesco d’Assisi) citiamo, all’indomani dell’arrivo dei primi astronauti sulla luna, Giuseppe Ungaretti, che scrisse: “Questa è una notte diversa da ogni altra notte del mondo. Ogni uomo ha desiderato da sempre conquistare la luna… oggi è stato raggiunto l’irraggiungibile, ma la fantasia non si fermerà…”. Per “Quelli di AISOPOS” la Luna sarà, per tutti, un astro narrante, espressione del sè e del proprio io, il mettere a nudo la nostra anima, l’esprimere al massimo le nostre potenzialità gridando con forza le nostre convinzioni, arte, cultura, imprenditoria, “altro” ancora; saranno le tracce che l’individuo lascerà della sua esistenza per comunicare alle generazioni future.

La Luna sarà per noi tutti fondamentale paradigma del pensiero contemporaneo che viene, sotto i nostri occhi, messo in discussione con l’ironia, il sarcasmo, l’eleganza, l’intellighenzia, la brillantezza, il compromesso dialettico, la mitezza di Leonardo di ser Piero da Vinci. Spesso circondati da anacoluti che calpestano le parole, il nostro coerente motto: “Il pensiero e il valore del fare è il fatto!” – “Il regno della parola”, di Tom Wolfe, appassionerà noi, ed al tempo stesso costituirà dimostrazione tangibile, pagina dopo pagina, riga dopo riga, di quanta energia e allegria possano nascere giocando con le più potenti armi che tutti noi abbiamo a disposizione, le parole! Più elettive “letture” tratte da “AISOPOS” = più Idee! La nostra sapienza? L’imitazione di Prometeo. Ecco il messaggio eroico del nostro nuovo Umanesimo: “Dobbiamo tornare indietro per andare avanti!” e ricordarci che la forza delle singole iniziative sta nella ricerca della propria intrinseca identità.

(… di tutte la numero uno)

Gli Occhi della Luna”, dettaglio dipinto a tecnica mista su supporto di juta, eseguito da Max Kuatty, artista,
pittore e scultore (22.07.1930 Canneto sull’Oglio, Mantova – Milano 26.10.2011). Collezione privata, Milano Italy.

Milano, 2017 Copyright © Edoardo Sancassani, per “AISOPOS”